Novembre 2003

Giovedi’27 Novembre ore 12.20 umore:pensierosa
Listening to:Forest -system of a down-

Why can’t you see that you are my child
Why don’t you know that you are my mind
Riflettendo sul passato e sui mille errori commessi.
Niente racconti di vita francese oggi. Giusto una serata all’hardrockcafè con tre donne e due nuovi amici.
Riflettere troppo fa male a volte.
Messa di fronte ad un limite, messa di fronte a difetti, a cause ed effetti.
Torno criptica un secondo, lasciatemelo fare, solo un secondo.
Domani vi parlero’ ancora di alcol e feste, di metro notturne e voglia di vita.
Oggi. Scrivo. Solo. Per. ME
Per non commettere gli errori del passato, per non ricaderci ancora una volta. Perchè la mia bimba speciale mi ha avvisata e io comincio il mio lavoro.
Hey you, see me, pictures crazy, All the world I’ve seen before me passing by, I’ve got, nothing, to gain, to lose, All the world I’ve seen before me passing by
Passo in mezzo alla folla con la consapevolezza di cio’ che sono. Io sono.
Ho preso coscienza sai, all’inizio non ci credevo.. e stavo per ricascarci..
You don’t care about how I feel, I don’t feel it anymore
Torno domani.
Oggi rifletto su me stessa.

“Don’t dream it – be it”

Rocky horror picture show

Lunedi’ 24 Novembre ore 10.10 umore:serena
Listening to:dream theater

I don’t think you trust in my self righteous suicide I cry when angels deserve to die
Walkman al massimo cammino tra la folla. Sola. Luci di Natale già illuminano il centro commerciale, inutilità di un nuovo consumismo.
Un altro weekend alle porte.
Cronaca sempre uguale e sempre diversa di giorni fossilizzati.
I, cry, when angels deserve to die
Un metro per Parigi, un’altra cena a base di couscous, festeggiamo il vino nuovo.. piccola osteria trovata per caso, tipici canti francesi, guance rosse e battiamo le mani a tempo “j’ai déjà marié déjà.. j’ai déjà marié.. “, brilli&felici.
E’ di nuovo venerdi’.. e in mano ho un biglietto per l’Italia, mi sembra cosi’ lontata ora.. un mese esatto e ci saro’.
Io e Giulia in tutti i negozi a provare vestiti, gonne e pantaloni senza poi comprare nulla. Passiamo a salutare i nostri amici e ci facciamo adottare per una notte.
“amore per Sere” era una voce della lista della spesa.
When I became the sun, I shone life into the man’s hearts
Guardiamo Matrixreloaded stesi per terra e mi addormento tra braccia amiche in attesa della finale di rugby.
Ci perdiamo a châtelet in cerca di uno tatoopiercier, io e Matteo ci guardiamo sconvolti quando vediamo un ParrucchiereTatuatore. Faccio conoscenza sulla metro di un ragazzo di Milano fermato con la scusa del piercing, ha il mio numero, forse sua sorella mi chiamerà.
La domenica mi faccio nuovamente adottare.. tra un po’ mi odieranno.
Eppoi di nuovo a Parigi, di nuovo turista, e ti prego andiamo a mangiare le crêpe a Montparnasse cosi’ rivedo il ragazzo col buco dilatato nel lobo. Stavolta non ride.
When I became the sun, I shone life into the man’s hearts

“Don’t dream it – be it”

Rocky horror picture show

Martedi’ 18 Novembre ore 18.10 umore=veramente felice
Listening to: nothing

Sono arrivate le mie bimbe.
Sono arrivate in un venerdi’ bellissimo dopo giri senza meta lungo la senna e il centro di cultura giapponese e il kebab.
Gioia&Vale
Hanno portato felicità e una ventata di freschezza, hanno portato amore e gioia.
E anche un po’ di nostalgia.
Sveglia presto, baguette al prosciutto e una metro per il quartiere latino. Notre Dame e il Pantheon, sulle sedie dei giardini Luxemburg anche se fa freddo tra i flash della macchina fotografica.
Sono stata finelmente felice, spensierata per quando possibile.
Psicanalizzata, ho trovato un inquietante legame tra gli uomini che ho avuto, una sorta di masochismo inconscio. Dovro’ lavorarci su.
aereoplano che te ne vai lontano da qui chissà cosa vedrai cibo turco con i miei nuovi amici.
Le mie migliori amiche e i miei nuovi amici.
Tutti insieme.
E rido di sincera felicità.
Eppoi una domenica sotto alla pioggia tra l’arco grande e l’arco di trionfo, a braccetto sugli Champs-Elysées, a fare le bimbe tra pupazzi disney, e poco dopo sulle vetrine dei sexyshop, in piena contraddizione morale. E Parigi di notte dal SacroCuore e la tour Eiffel sbriluccicante ogni ora.
Eppoi crèpes salate e Montparnasse e il cameriere ride e ci sfotte e ha un pierging dilatato nel lobo e lo guardo come una stupida ed è cosi’ carino.
Ed è già lunedi’, troppe calorie per colazione, troppe calorie in generale nelle ultime ore.
Le ultime ore insieme, tra una nonfesta al terzo piano e un saluto alle spagnole e le ultime chiacchiere con i tedeschi.
Mi mancate già tantissimo, la casa aveva un odore e un’anima diversa con voi.
Vi amo piccole.

Demon: E tu hai paura?
Davi: Quando non ci sono fate dai capelli di fata.
Demon: Quando non ci sono nè eclissi nè canti.
Davi: Ma solo roghi che incendiano costellazioni scintillanti.”

Lunedi’ 10 novembre umore:un po’ stanca
Listening to: system of a down

Il fine settimana è volato tra monumenti e gite culturali con mamma e papà direttamente dall’italia.
Un po’ di cappelletti e piadina romagnola e ciccioli e mi sento un po’ a casa.
Sembriamo sorelle, io e Giulia, bimbe non ancora cresciute in gita con i genitori approfittando di un po’ di affetto e “mi sento un po’ adottata” mi dice e io sono felice perchè non ho mai avuto una sorella.
La luna è scomparsa sabato notte.
Non lo sapevamo ed è stato stranissimo e un po’ inquietante.
“guarda che bello, la luna è quasi piena” avevamo esclamato alle 20.30 mentre correvamo felici a prendere la metro che ci avrebbe portato a un palazzetto nuovo con pattini a lame e ghiaccio e iniziamo a frequentare un po’ i tedeschi che si rivelano gentili e simpatici.
Laura sul ghiaccio volteggia saltando e piroettando e la guardo con gli occhi che brillano e mi confessa di non aver mai preso lezioni, solo le piaceva e ha iniziato a provare fregandosene delle cadute e dei lividi e la ammiro sempre di più.
Joel e Niki sono carinissimi, cosi’ come Anna, li rivalutiamo tantissimo.
“ma la luna prima non era piena?” ne manca mezza quando usciamo dall’ultima metro.

Altri deliri del sabato sera:

Seguirà prossimamente lista dettagliata delle caratteristiche essenziali dei candidati.

Mercoledi’ 5 novembre umore:esaltata&felice
Listening to:niente sono in lab ma ho la colonna sonora di killbill in testa

Lunedi’ mattina mi sono svegliata alle 5.30. Troppo buio e ancora troppo sonno per poter focalizzare i pensieri.
Io e Alan sulla metro.A châtelet sono in pochi davanti alla fnac alle 7.. abbiamo tre ore davanti e l’atmosfera è inquietante.Ancora non è sorto il sole e suonano strani allarmi e la gente che frequenta châtelet a quest’ora non è la più raccomandabile.
Alle 10 ci aprono, ormai la fila è lunghissima e noi siamo fieri della nostra postazione.
Ce ne andiamo con un bellissimo biglietto in mano.
E’ giallo e nero e rosso.
Sopra, una delle donne più belle che ci siano.
Stamattina la sveglia è puntata alle 7. Attendo un segnale di Alan che tarda ad arrivare.
Siamo ufficialmente davanti all’auditorium alle 10.
Kill Bill. E’. Qualcosa. Di. Meraviglioso.
Sono rimasta col fiato sospeso durante tutta la proiezione e la lingua originale ci ha consentito di apprezzare meglio la fotografia. Ci sono momenti di vera genialità, Uma Thurman é meravigliosa, i colori, i particolari, è tutto cosi’. Fantastico.
Ai titoli di coda non riesco a smettere di ripetere “è bellissimo, è bellissimo”
“ci raccomandiamo alle persone non autorizzate di non scattare fotografie pena il ritiro della macchina fotografica”
Io e Alan abbiamo la digitale ben nascosta sotto al cappotto.
Quentin. E’. Meraviglioso.
La conferenza stampa dura meno di un’ora. Io avrei una domanda:
“can I kiss you?”
ma mi trattengo. Ha la faccia liscia come un bimbo troppo cattivo, un accento splendido. Sono in quattro: la traduttrice, lui, Julie Dreyfus e Lawrence Bender, la prima in rosso, lui in giallo e rosso, l’altra in giallo e l’ultimo in nero.
Riesco a scattare una foto sola, da lontano e scura… spero tanto che il mio photoshop possa fare miracoli.
LinktoComments(’62’)

Revenge is never a straight line. It’s a forest. And like a forest it’s easy to lose your way…to get lost… to forget where you came in. To serve as a compass, a combat philosophy must be adopted that can be found in the secret doctrine of the Yagu Ninja. And now my yellow haired warrior, repeat after me: When engaged in combat, the vanquishing of thine enemy can be the warrior’s only concern… …This is the first and cardinal rule of combat…
…Suppress all human emotion and compassion… …Kill whoever stands in thy way, even if that be Lord God, or Buddha himself… This truth lies at the heart of the art of combat. Once it is mastered… Thou shall fear no one… Though the devil himself may bar thy way…
Hattori Hanzo

Domenica 2 novembre ore:23.00 (publicato a posteriori) umore:malinconica
Listening to:”sunday bloody sunday” U2

Già novembre, arrivato di corsa, troppo in fretta. Fuori è buio e piove forte, c’è vento e l’aria si addensa sul vetro freddo col calore del mio respiro.
Mi sento malinconica.
Luna pallida e dal vetro di fronte spio persone affaccendate.
Sono sola.
E vorrei essere con qualcuno.
Un altro fine settimana e non riesco a dormire. Ho interrotto i miei sogni troppo tardi stamattina e mi ritrovo troppo agitata e una sveglia puntata alle 5 e vorrei vedere Quentin Tarantino dal vivo.
Il mio Halloween a Parigi in locale esclusivo di Pigalle 3 sale ed entrata gratis per le ragazze solo per i non festivi e ci sono ragazze danzanti sul palco in abiti succinti e tanta gente e beviamo tequila sunrise e i miei amici truccati, occhi e labbra scure, e ci addormentiamo sulla metro alle 6 di mattina uno addosso all’altro e penso
“sono felice”
E penso che era solo un gioco e l’ho sempre saputo e le lacrime facevano parte del copione, dovevano esserci prima o poi, ma stasera l’ho visto e gli ho sorriso d’affetto sincero.

Troppo cerebrale per capire che si puo’ star bene senza complicare il pane / ci si spalma sopra un bel giretto di parole vuote ma doppiate / Mangiati le bolle di sapone intorno al mondo e quando dormo /taglia bene l’aquilone, togli la ragione e lasciami sognare, lasciami sognare in pace

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...