Ancora tu?

Quasi tre anni dopo. E milioni di chilometri dopo.
L’ultima volta che ho scritto iniziavo una storia d’amore a tempo determinato, aspettavo di toccare un assegno di disoccupazione, di mettermi un volo per l’Australia in tasca.
C’è stata l’Australia. E una rivoluzione interiore.
E poi Singapore e la Malesia e l’India e la Thailandia e la Turchia e Dubai.
Un tatuaggio e una nuova consapevolezza.
Poi ci sono state due settimane a Parigi che si sono trasformate in sette mesi.
C’è stato un matrimonio e un bacio alle tre di notte.
Proviamoci, sapendo che abbiamo un test di tre settimane.
E poi quasi tre mesi di distanza. Ti svegli all’ora della merenda, ti addormenti al suono della mia sveglia.
E allora seguiamolo, questo destino.
Un volo per la Colombia e tre mesi di autobus notturni tra empanadas e birre fredde, tra montagne e rovine, tra Ecuador e Perù.

E’ un nuovo anno e io non so ancora cosa fare della mia vita. E ormai sono ufficialmente più vicina ai quaranta che ai trenta.
Però oggi mi sono data un obiettivo per il duemila e sedici: ricominciare a scrivere.

Annunci

Un pensiero su “Ancora tu?

  1. “Le persone più interessanti che conosco, a ventidue anni non sapevano che fare della loro vita. I vicino-ai-quarant’anni più interessanti che conosco, ancora non lo sanno” – ci sta tutta… come anche la minacciosità di quanto sto per dirti: Ti tendo d’occhio – per questo tuo proposito!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...