2010

Gennaio

Sto in equilibrio precario. Vediamo un film che parla di scelte. Il mio migliore amico sta facendo la sua scelta. Io mi lascio trascinare dagli eventi.
Pete Doherty – New Love Grows on Trees

Febbraio

Roma & Parigi. Un volo dopo tanta attesa. Il mondo che cambia. Ma non sono capace di approfittarne. E un minibus ci porta in Belgio tra abbazie della birra. Facciamo il punto al mio ritorno. E la rottura è definitiva.
Olivia Ruiz – J’traine des pieds

Marzo

Il destino è una puttana e mi ritrovo ad oltrepassare la stessa porta che attraversavo un anno prima. Rifiuto proposte di matrimoni. Ricomincio a volare ma fa ancora male.
Pink – Bad influence

Aprile

Nuovi amici. Una notte insonne e chiacchiere fino all’alba dopo il couscous e la birra e amici italiani in visita a Parigi con una nuova vita che sta germogliando. Parigi vista dal sellino di una moto. Il miglior appuntamento romantico della mia vita e non riesco nemmeno ad esserne felice. Riapro contatti che dovevano essere chiusi e ricomincio a farmi del male.
..sto combattendo per quello che credo sia giusto per me, non è facile, ma se mi arrendo dovrò sopportare il rimpianto..
Serpenti – Se lascio perdo

Maggio

Lyon mi accoglie a casa di Stèphane, mi accoglie tra traboules. Il ritorno è il delirio in covoiturage. Un arcobaleno segna il nostro percorso. Segni. Un weekend in Italia. La prima festa al di là del ponte di Levallois. E conosco per caso Francesca e Ilaria. Chi l’avrebbe mai detto cosa avrebbe portato questo incontro.
Les Becs Bien Zen – Le Diable Au Coeur

Giugno

Volo a Londra. Mi faccio coccolare. E rientro sull’aereo più grande del mondo. Con tanto di attestato. Ripercorro quel ponte che diventerà presto una consuetudine. Film di zombie. Formaggio di capra. La festa della musica ci annuncia l’arrivo dell’estate.
Radiohead – House of Cards

Luglio

Io, Francesca, Ilaria tra feste, appartamenti, pic nic lungo il canale. Ci sentiamo dentro a un telefilm. Ilaria parte lasciando Parigi più vuota. Un weekend al mare con Carole e Janie. Spiaggia, happy hour, musica, ballare fino a che c’è musica. So che è tempo di decisioni.
La mia prima foresta mi sconvolge la vita. Conosco il mio pirata. Mi rapisce in un rifugio in mezzo agli alberi. So che è tempo di decisioni.
E prendo il coraggio, affronto le mie paure all’uscita dal cinema. Non è cambiato nulla. Questa volta la rottura è definitiva.
Ex-otago – Going to panama

Agosto

Il mio mondo si sgretola mandando in frantumi quello che mi teneva legata ad un rapporto che non aveva più senso di esistere, si sgretola in milioni di luci colorate davanti ai miei occhi mentre la mia mente comincia ad accavallarsi nella mia prima aura da quando vivo a Parigi. Io stacco tutto e scappo a Strasburgo. Gabriel mi accoglie in una casa di materassi, una festa che finisce all’alba, il primo vero abbraccio di Flora. Scappo in Croazia. E per una settimana le nostre uniche preoccupazioni sono il sole, il mare limpido, le cene di pesce.
Owl city – Dental care

Settembre

Il momento della partenza. E io ancora non mi rendo conto. Una notte nei boschi, un bagno nel fiume, un fuoco e un cielo di stelle. Buon viaggio. Dublino è lontana ma ancora non me ne preoccupo. Un cameriere troppo giovane e io, invece, divento troppo vecchia. Una festa in una cantina per festeggiare il mio trentesimo compleanno.
If I can’t be beautiful, I’d rather just die
Sugarplum fairy – Let me try + ghost birthday track Jeffree Star – Beauty killer

Ottobre

Scopro per caso che una persona che seguivo da tempo sarà a Parigi. Il ciclione Kim mi travolge. Un bar con i baristi in mutande. Un pranzo indiano. Un orologio geek. Una notte bianca. Una bottiglia di sidro. Una casa con un gatto. Un letto a soppalco.
La svolta arriva dopo un weekend a Fontainbleu. La foresta mi apre gli occhi. Mi cambia e cambierà il mio futuro più di quanto io non mi renda conto. La riscoperta delle piccole cose e la riscoperta degli occhi di quel pirata che vive lontano.
Jimmy eat world – Bleed american

Novembre

Una festa comincia in un bar a Parigi e finisce sottoterra, birra e pic nic nelle catacombe. Fuori piove e noi ci godiamo una sala sotterranea, immersi nel buio più totale. “Fear of the dark” in sottofondo.
Un giro ad Amsterdam.
E poi, finalmente, Dublino. Un weekend per festeggiare un compleanno, un’invasione di gente da Parigi, sacchi a pelo e pavimenti. E un altro weekend sola, per capire che ne vale la pena, guidando a sinistra su lastre di ghiaccio e perdendoci per i sentieri a Wicklow.
Placebo – Peeping tom

Dicembre

Camminiamo per Parigi vestiti da babbo natale. Ti faccio una promessa che non vedo l’ora di mantenere. L’anno sta per finire, lo finirò in romania, in transilvania. La neve ricopre l’europa. La neve simbolo della mia vita. Il mese delle grandi decisioni.
Frightened Rabbit – Poke

Questo è stato un anno di scoperte e di riscoperte. Ho capito quanto mi manchino le cose semplici. Un libro ha cambiato la mia visione del mondo. Un rifugio ha cambiato la mia visione del mondo. All we need is just a little patience…

bonus track (trash): Sorina-Criza-financiara

Annunci

6 pensieri su “2010

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...