Danger à gauche

Tutto quello che riesco a dire è che non so, che non sono sicura di aver capito. Sophie Calle aveva allestito una mostra sul dolore squisito, aveva superato il suo dolore chiedendo ad altri di raccontarle il loro e ricordo che camminavamo lungo la senna ed era quasi natale e ci sorprendevamo di quanto fosse una cosa normale quando invece era straordinario. Cinque anni fa.
E cammino sotto le luci di questa Parigi addobbata a festa e esorcizzo le mie paure un po’ come Sophie e all’incrocio di rue des ecoles mi siedo su un tronco tagliato e fermo in fotogrammi la gente che passa.
E mi chiedo se basterà reinventare la vita. Perchè ho un solo modo di vivere, dicevo, e forse mi farò male ma almeno avrò giocato fino alla fine.
Ma ne vale davvero la pena?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...