.

Qualunque cosa accada, qualunque metamorfosi psichica possa mai avvenire tra due esseri viventi che nemmeno troppo tempo fa dipinsero il cielo sopra di loro con lo stesso pennello, non dovrebbe scalfire il rispetto necessariamente presente a giustificare una condivisione di un periodo delle proprie vite.

Quando quest’ultimo viene a mancare ed il tempo sembra aver offuscato le parti migliori delle persone è facile dimenticare ciò che si fu, quando quest’ultimo viene a mancare si aprono voragini più dolorose di una caduta nel vuoto e lo strazio si converte in rabbia, una rabbia che non pensavi di saper provare perchè rabbioso non lo sei mai stato.

Uso parole di altri in un parallelismo delle nostre vite che si ripete. Per la prima volta a casa non mi sono sentita a casa, e non intendo quella di mamma e papà dove non smetterò mai di sentire il calore e l’amore che fanno stare bene. Per la prima volta parto con la consapevolezza di non voler tornare indietro.

Annunci

Un pensiero su “.

  1. I teologi medioevali sostenevano che neanche Dio può cambiare il passato. Può resuscitare uno che è morto, ma non può fare sì che non sia mai morto nel passato. Quello che è stato è stato.
    Situazioni come quella cui alludi fanno male, perché attaccano questo principio. Mettono in dubbio ciò che è già stato, sul quale, indipendentemente da come poi sia andata a finire, non vorresti avere dubbi. Cambiare il passato non dovrebbe essere permesso, né in meglio, né in peggio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...