Paris

Le mie valige pesavano in tutto 36 kg. Potevo aggiungere altri quattro chili di frivolezze. La signorina al checkin mi sorride. Puoi usarli al ritorno. Ma io non ritorno…
Vivo a Parigi.
Vivo in una camera con un camino finto e una serie di alcolici dentro. Mi sento già a casa.
Vivo al secondo piano e la finestra della mia camera da su una piazzetta deserta. C’è pace. E so che solo pochi metri più in là passa Parigi. Guardo le valige sperando che si disfino da sole. Basta un poco di zucchero e tetti dalla mia finestra ricordano un pò un cartone della disney.
Non sono sicura che fosse davvero il momento giusto. Per partire dico. Ma ormai sono qua e la festa deve cominciare. E spero che non finirà mai il tempo di fiancheggiare la senna.

Annunci

5 pensieri su “Paris

  1. Nessun treno o aereo ti potrà mai far fare il viaggio più importante: quello che ti porta dentro di te, alla scoperta di te stesso.
    Però è innegabile che alcuni posti siano meglio di altri per poter iniziare quel viaggio.
    Ti auguro che Parigi sia una buona stazione di partenza. :)

  2. benarrivata!
    Io ritornata dall’Italia,sono al lavoro che scrocco internet, ci sentiamo x il weekend perchè in settimana stacco troppo troppo tardi :(

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...